Guida autonoma: Volvo ci prova a Singapore

Prima sperimentazione di autobus senza conducente nel trasporto pubblico per il produttore svedese. L’accordo di cooperazione siglato con la Nanyang Technological University (NTU) di Singapore si basa sul programma di ricerca e sviluppo per autobus elettrici autonomi dell’Autorità per il trasporto terrestre di Singapore. L’obiettivo è di creare nuove soluzioni per il trasporto pubblico sostenibile di domani. Singapore ha annunciato che gli autobus a guida autonoma saranno schierati in diverse zone del Paese entro il 2022. Volvo ha già testato la tecnologia autonoma nelle operazioni di estrazione mineraria, di cava e raccolta rifiuti, ma nel trasporto pubblico è a tutti gli effetti la prima volta. Protagonisti saranno due Volvo 7900 Electric da 12 metri, veicoli che il produttore offre già oggi. Volvo e NTU svilupperanno la soluzione di guida autonoma su piattaforma Volvo. Uno dei mezzi verrà utilizzato nel nuovo impianto di prova avanzato di Singapore per veicoli autonomi, il Cetran inaugurato a novembre 2017. Il secondo sarà testato nel deposito dell’operatore di trasporto pubblico SMRT. Il programma di cooperazione tra Volvo Buses e NTU è ora in corso e avrà inizialmente una durata di due anni. Gli autobus elettrici autonomi sviluppati congiuntamente arriveranno a Singapore all’inizio del 2019.