Un altro elettrico in prova sulle strade italiane. Questa volta si tratta di un veicolo della cinese BYD in fase di test (senza passeggeri) a Genova su una dozzina di linee dal 26 febbraio al 1 marzo.  Protagonista è l’eBus K7 da 8,75 metri di lunghezza per 2,45 di larghezza. Veicolo a trazione 100% elettrica.

«Questa prima iniziativa», precisano dall’azienda di trasporto genovese AMT, «rientra in un più ampio quadro di sperimentazioni analoghe, finalizzate a provare sulle strade genovesi nei prossimi mesi veicoli elettrici di dimensioni e produttori differenti. Le prove su strada consentiranno di raccogliere dati sulle performance reali dei mezzi e di studiarne le caratteristiche sugli impegnativi tracciati cittadini; soprattutto in questo caso, visto che si tratta di un bus elettrico da 2,45 metri di larghezza che si misurerà con i tracciati collinari».

La sperimentazione rientra nel programma di innovazione, ricerca e sviluppo #AMTinnova, avviato dall’azienda ligure per seguire in modo organizzato l’evoluzione dell’autobus elettrico e, più in generale, delle tecnologie a supporto del trasporto pubblico locale.

«Lo sviluppo della mobilità elettrica non è semplicemente un cambio di alimentazione dell’autobus. Occorre valutare in maniera integrata l’offerta del mercato, le linee che si vogliono coprire, l’infrastruttura di ricarica», sostiene l’amministratore unico di AMT, Marco Beltrami. «È questa la motivazione del nostro programma di prove. Con questa specifica sperimentazione vogliamo conoscere meglio questo primario produttore cinese, che ringrazio per la disponibilità che ha avuto nel “prestarci” il bus, e provare sulle nostre strade un mezzo con dimensioni molto frequenti nell’offerta di mercato ma apparentemente poco adatto, per larghezza, alle nostre strade».

Tutti i bus provati a Genova saranno riconoscibili dai cittadini poiché avranno una livrea personalizzata con l’hashtag #genovameravigliosa con i bus elettrici. Lo stiamo provando per voi.