Il vettore dei trasporti laziali confida nuovamente nel marchio Solaris e, completato l’accordo del 2016 per la consegna di 360 InterUrbino, sigla un nuovo contratto quadro per la fornitura di massimo 300 veicoli della stessa tipologia.

Il contratto, che vale 117 milioni di euro, copre anche i servizi di manutenzione per dieci anni. Il primo ordine per 50 unità verrà eseguito nel corso dell’anno. I veicoli sono destinati a linee che collegano le città nella provincia di Roma e dell’intera Regione Lazio.

Equipaggiati per il trasporto su lunghe distanze, gli InterUrbino da 12 metri commissionati dal COTRAL alloggiano fino a  67 passeggeri dei quali 55 seduti. La dotazione di bordo comprende spazio dedicato al bagaglio a mano all’interno del bus (scaffali sopra i sedili), sistema di videosorveglianza completo, cancelli di conteggio passeggeri, sistema di annuncio vocale. Il vano bagagli esterno (elettricamente bloccato) ha una capacità di 5,2 metri cubi. Il vettore ha inoltre optato per la funzione MobilEye, un sistema di sicurezza per i conducenti che vengono così supportati da un assistente di mantenimento della corsia.In sala macchine c’è il DAF MX-11 da 251 kW a norme standard Euro 6 fase D sulle emissioni.
«I primi autobus interurbani Solaris consegnati a Roma nel 2016 hanno già oltre 300.000 km sul contatore», ha sottolineato Alberto Fiore, amministratore delegato di Solaris Italia. «L’alto grado di affidabilità del veicolo è stato uno dei criteri per i quali Cotral ha deciso di nuovo di scegliere il nostro InterUrbino – ha affermato Alberto Fiore, amministratore delegato di Solaris Italia».
Il modello InterUrbino prodotto da Solaris Bus & Coach è stato fornito in Italia in più di 400 unità. Ammontano invece quasi a 1.000 gli autobus Solaris, compresi elettrici e filobus, attualmente in circolazione sulle strade italiane.

Solaris InterUrbino x COTRAL Roma 2019