La compagnia di trasporto pubblico marchigiano START ha preso in consegna il primo MAN Lion’s City EfficientHybrid per il mercato italiano. Il Lion’s City Hybrid 12C equipaggiato con EfficientHybrid è un ribassato da 12 metri provvisto di motore-generatore elettrico MAN- Nidec montato in uscita al motore termico (MAN D1556 Euro 6d da 243 kW) con la funzione di generatore di corrente, motorino d’avviamento e ‘boost’ alla partenza. Il condensatore di energia Ultracap da 48V si trova sul tetto, mentre il generatore di avvio, oltre a fungere da generatore durante il rallentamento e la frenata sfruttando l’energia meccanica generata per produrre corrente di recupero,  funge anche da motore elettrico, trasformando l’energia elettrica ricavata in precedenza in energia cinetica.

La funzione ‘start&stop’, poi, spegne automaticamente il motore diesel alle fermate e ai semafori consentendo una riduzione del consumo di carburante (ipotizzato tra il 15% e il 20%), delle relative emissioni inquinanti e del rumore (già molto contenuto) che si riduce a zero.

L’autobus è anche il primo di linea, fa notare il produttore, ad essere dotato della telemetria attraverso la piattaforma RIO che consente di seguire costantemente il funzionamento del mezzo e intervenire prontamente qualora i parametri di funzionamento (per esempio temperatura acqua, olio, consumi, sistema propulsione e frenante) dovessero superare i valori soglia prestabiliti.

A bordo, 24 sedute (capienza massima 83 passeggeri), postazione carrozzelle e passeggini, pedana manuale, luci led di varie tonalità, climatizzazione che, oltre al compressore, prevede quattro aerotermi supplementari con termoconvettori.

«Tra le altre novità del MAN Lion’s City EfficientHybrid consegnato a Start», precisano da MAN Truck & Bus Italia, «da evidenziare la piattaforma priva di ingombri fino alla porta centrale grazie all’arretramento del serbatoio e allo spostamento delle batterie sotto la postazione del conducente. I sedili singoli non sono fissati al pavimento ma alle pareti laterali rendendo più semplice la pulizia del veicolo. Nonostante i rinforzi strutturali per l’omologazione Ece R66.02 (resistenza al ribaltamento) e R29a (urto frontale della cabina guida), la tara è stata ridotta di quasi una tonnellata attestandosi a 11.500 kg. Da segnalare anche il soffitto interno che è ora realizzato in pezzo unico preassemblato e privo di intelaiatura con l’obiettivo di alleggerire la struttura e rendere più regolare la superficie».

 

MAN Lion's City EfficientHybrid_WEB