Società polacca specializzata nel settore delle centrali elettriche, Rafako diventa costruttore di autobus elettrici. Ci sono voluti non più di tre anni, fa sapere Rafako, per produrre un ebus. Modello da 8,5 metri per il traffico cittadino e il trasporto scolastico. La batteria NMC ha un’autonomia di 150 km ed è installata all’interno del telaio invece che sul tetto, il che limita l’altezza del veicolo a 3.200 millimetri. A bordo c’è spazio per 65 passeggeri, con 23 posti a sedere e due ribaltabili. Il 17 dicembre scorso sono cominciati i test di guida nella città polacca di Toruń. Secondo il portavoce della società, Marek Marczak, il primo modello di scuolabus (Gymbus) dovrebbe completare la fase di test e sviluppo nel 2020.

L’obiettivo di Rafako è di inserirsi nel settore degli autobus elettrici di taglia ridotta puntando sulla forte domanda di ebus in Polonia. L’Agenzia polacca per lo sviluppo industriale (ARP) stima la domanda di autobus elettrici in Polonia fino a 800 unità nei prossimi anni.

Gli scuolabus elettrici sono fortemente presenti nella strategia di Rafako, che mira a soddisfare le esigenze dei comuni di medie e piccole dimensioni. Per quanto riguarda la tecnologia, Rafako sta attingendo agli sviluppi di Impact Clean Power Technology, sviluppatore polacco di batterie. Impact fornisce già a Karsan, Irizar, Temsa e Solaris batterie di tipo High Power e High Power Energy.

Rafako becomes bus manufacturer 2020