Nella città francese sta per fare il suo debutto l’elettrico Aptis di Alstom. Commissionato nel marzo 2019 in una dozzina di unità dalla Compagnie de Transport Strabourgeois (CTS), il veicolo misura 12 metri e dispone di un sistema di accostamento alle fermate. Il design si caratterizza per le ampie superfici vetrate (+25% rispetto a un autobus tradizionale), il pavimento basso e piano, le ampie doppie porte e la zona salotto posteriore con vista panoramica sulla città.

I veicoli richiesti a Strasburgo sono progettati per la ricarica lenta notturna in deposito. Aptis è inoltre disponibile per la ricarica occasionale alla fine di ogni linea mediante soluzioni di ricarica a terra (SRS) o via pantografo.

Per il funzionamento dei nuovi veicoli, CTS formerà 150 conducenti. In questa fase iniziale di addestramento, l’autobus viaggerà per le strade di Strasburgo con la livrea che la flotta Aptis adotterà quando sarà in servizio sulla linea H. 

«Questo è un grande momento per Alstom. Siamo orgogliosi di consegnare il primo autobus del gruppo a Strasburgo, in quanto è stata la prima città a fidarsi di noi, e si trova a pochi chilometri dal nostro sito di produzione», ha detto Jean- Baptiste Eyméoud, vicepresidente senior di Alstom in Francia.

Aptis è stato scelto anche da RATP e Île-de-France Mobilitése dalle aree di Greater Grenoble, Greater La Rochelle e Greater Toulon, dove quest’anno è prevista l’entrata in servizio.

Alstom Aptis x Strasburgo 2020