Il Gruppo Lazzerini, storica azienda marchigiana specializzata nella progettazione, produzione e commercializzazione di sedili passeggeri e componenti per mezzi di trasporto (principalmente autobus) passa sotto il controllo del nuovo fondo di B4 Investimenti SGR Spa (B4 H II – Fondo EuVECA).

«Una multinazionale tascabile che pensa in grande e vuole conquistare i mercati globali, ecco che cosa abbiamo visto in Lazzerini, una delle tante eccellenze (talvolta) nascoste del tessuto imprenditoriale italiano», dichiara Fabrizio Baroni di B4 Investimenti SGR. «L’elevata componente taylor-made, l’alta qualità garantita, un team straordinario di manager/imprenditori e la capacità di innovazione tipici del “made in Italy”, fanno sì che Lazzerini sia identificata, in Italia e specialmente all’estero, come un punto di riferimento nel mercato dei sedili passeggero per mezzi di trasporto. Una delle principali sfide di questo progetto riguarderà proprio il consolidamento della presenza del Gruppo Lazzerini all’estero, attraverso lo sviluppo delle partecipate negli Stati Uniti e in Australia e la penetrazione di nuovi mercati geografici». 

Lazzerini Srl è una società fondata nel 1967 dal Sig. Lazzerini. Nel 1996 entra a far parte del Gruppo tedesco Grammer AG che le affida l’intera gestione del mercato dei sedili per autobus. Una decina di anni dopo, lo stabilimento riacquista la propria autonomia e il proprio nome grazie a un gruppo di manager che consentono così il recupero e il rinnovo del marchio storico. Obiettivo centrato e, nel 2014, la società costituisce la Lazzerini Corporation, con sede a Elkhart, nell’Indiana, guardando al mercato nordamericano. Dagli Stati Uniti si punta poi all’Oceania e al sud est asiatico con l’acquisizione pochi mesi fa (marzo 2019) dell’azienda australiana Styleride Pty Ltd, leader nel proprio mercato domestico.

Il Gruppo Lazzerini è cresciuto nel corso degli ultimi dieci anni con un tasso medio prossimo al 10%. Nel 2018 il Gruppo ha generato un fatturato consolidato (pro-forma, includendo il business australiano) di oltre 27 mln di euro, di cui circa il 75% all’estero (principali mercato geografici: UK, Australia, Italia, Hong Kong e Nuova Zelanda) ed una marginalità, in termini di Ebidta, superiore al 10%.

«Il Piano Industriale condiviso ed alla base del progetto», si legge in un comunicato di  B4 Investimenti SGR, «prevede un significativo ulteriore rafforzamento del team manageriale, soprattutto in ottica di sviluppo internazionale, importanti investimenti produttivi, in ricerca e sviluppo e commerciali (in particolare, in USA e in Australia), funzionali, sostanzialmente, a raddoppiare il giro d’affari nel corso dei prossimi 3-5 anni. Il progetto non esclude altresì di valutare, laddove se ne presentasse l’opportunità, eventuali opzioni M&A di crescita internazionale anche per linee esterne».

«Siamo entusiasti di continuare il nostro percorso in Lazzerini insieme a B4, che siamo sicuri rappresenterà un compagno di viaggio fondamentale per proseguire il percorso di crescita della Società e del Gruppo oltre ad una ulteriore (stimolante) sfida per il management team dopo l’esperienza con Grammer ed il periodo di gestione successivo al management buy-out», ha detto Innocenzo Carbone, amministratore delegato e azionista della società. «La chiave della nostra futura crescita in Italia e, soprattutto, all’estero sarà quella di continuare a creare soluzioni innovative e garantire ai nostri clienti la massima qualità dei materiali e delle finiture ed un servizio pre e post vendita che deve continuare a rappresentare un elemento differenziante e di successo per il nostro Gruppo».

 

Lazzerini sotto il controllo del nuovo fondo di B4 Investimenti SGR 2019