Il produttore francese di veicoli a guida autonoma ha annunciato il raggiungimento del ‘livello 4’  con l’Autonom Shuttle Evo, la navetta automatica in servizio dal 22 giugno presso il National Sport Shooting Center di Châteauroux, Francia. Il livello 4 corrisponde a una vera autonomia in cui non vi è alcun operatore di sicurezza a bordo veicolo. Lanciato in collaborazione con il vettore Keolis, il servizio svolto a Châteauroux consente ad atleti e visitatori di spostarsi dal parcheggio all’area reception del centro sportivo. Il percorso di 1,5 chilometri viene coperto a una velocità massima di 18 km orari. 

L’Autonom Shuttle Evo è il risultato di sei anni di sperimentazione e di quasi 200 impieghi Navya in tutto il mondo, come fa sapere lo stesso produttore. Tra i miglioramenti introdotti per raggiungere l’autonomia di livello 4, vi è l’autonomizzazione delle funzioni a bordo dell’operatore di sicurezza in un centro di supervisione remoto, potenziamento e ottimizzazione dell’architettura dei sensori per offrire una visione più ampia e garantire la sicurezza, esperienza utente riveduta con con annunci visivi e sonori e accesso ottimizzato per le persone a mobilità ridotta, connettività migliorata per monitorare in remoto lo stato del veicolo in tempo reale e garantire una manutenzione predittiva sicura.

«L’integrazione di questo servizio completamente autonomo di livello 4 gestito da Keolis è un passo importante per Navya», dichiara il produttore. «Vogliamo dimostrare che forniremo un servizio di trasporto veramente autonomo. Questa è la chiave per mantenere la promessa della guida senza conducente e il modello di business associato. Infatti, anche a velocità controllata e in un ambiente controllato, ci sono innumerevoli impieghi commerciali come siti industriali, campus, siti turistici, etc, che rappresentano altrettante opportunità per la nostra tecnologia. Nei prossimi mesi ci concentreremo sulle misure che ci consentiranno di commercializzare questi casi d’impiego».

Navya raggiunge il livello 4